scadenza del caffèscadenza del caffè

Prima di acquistare qualsiasi genere di prodotto alimentare è sempre consigliabile verificare e controllare la data di scadenza. Ogni confezione di caffè dovrebbe avere ben specificata la data di scadenza. Solitamente il tempo di massima conservazione del caffè si attesta attorno ai 18 mesi.

Il caffè in realtà appartiene a quella serie di prodotti privi di una vera e propria data di scadenza, ma si caratterizzano tra quelli “da consumarsi preferibilmente entro...”. Questa dicitura è un consiglio di utilizzo, dove si definisce e si informa il consumatore che oltre quella data non è consigliato utilizzare il prodotto in virtù del cambiamento delle sue proprietà organolettiche. Il caffè può quindi essere consumato anche dopo la data di scadenza a condizione che l'involucro sottovuoto sia rimasto integro per tutto il tempo senza essere stato in luoghi umidi o a contatto con varie fonti di calore.

Il caffè infatti una volta superata la data di scadenza potrebbe perdere in aroma e gusto. Insomma quindi per quanto tempo si mantiene il caffè? In sede europea, alcuni Paesi come Svezia e Paesi Bassi hanno inoltrato richiesta di eliminazione del termine minimo di conservazione (TMC) riportato su alcuni alimenti per ridurne lo spreco. La polemica sorta intorno a questa proposta ha portato in discussione diversi soggetti. Il caffè rientra infatti tra i cibi con una lunga vita commerciale come il riso e la patata. Il TMC però come hanno sostenuto diverse aziende operanti nel settore, si caratterizza come una vera e propria garanzia per il consumatore. Solitamente i principali marchi di caffè garantiscono un intervallo di qualità che va dai 12 ai 36 mesi.

Il caffè quindi seppur nella sua delicatezza e naturalezza non presenta gravi problematiche legate alla scadenza, ovviamente però ne risente il sapore se non viene consumato entro breve termine. Una volta aperta la confezione infatti il flusso di ossigeno causa una perdita giornaliera dell'aroma. Proprio per questo è consigliabile conservarlo in un luogo sempre fresco e asciutto in modo che calore, umidità e altri odori non influiscano negativamente sul caffè. Essendo un prodotto secco quindi il caffè non può deperire ma già dopo alcuni mesi dall'apertura si potrebbe osservare una perdita dell'aroma e per i veri amanti del caffè se non ci fosse l'aroma che caffè sarebbe?

Condividi su: