varietà di caffèvarietà di caffp

Quello del caffè è un mondo vasto e ricco al suo interno, proprio per questo oggi abbiamo deciso di guidarvi alla scoperta delle varietà di caffè esistenti. Il caffè fu classificato dal botanico svedese Carlo Linneo, nella famiglia delle rubiacee con al suo interno ben 4500 varietà tra le quali 60 specie appartenenti al genere coffea. Tra le 60 specie di piante di caffè presenti in botanica, 25 sono quelle maggiormente commercializzate per quanto concerne i frutti. Tra loro solo 4 mantengono un posto di rilievo a livello commerciale e sono: la coffea arabica, la coffea robusta, la coffea liberica e la coffea excelsa.

La coffea arabica si coltiva e seleziona da vari secoli, tra le sue varietà quella più rinomata è la moka, coltivata in Arabia. Grani piccoli ed un intenso profumo aromatico la rende squisita per farne la preziosa bevanda. Di colore verde rame ha una forma dei chicchi appiattita ed allungata. mAltre varietà di questa specie sono la tipica e la bourbon.

La coffea robusta molto affine alla coffea arabica ha rami a forma di ombrello che si incurvano verso la terra. Nel corso dell'anno è caratterizzata da fioritura continua, con grani tondeggianti, piccoli ma al tempo stesso ricchi di caffeina. Molto profumati anche una volta torrefatti. Scoperta inizialmente in Congo è molto coltivata attualmente grazie anche alla sua forte resistenza alle malattie.

La coffea liberica viene dalle foreste della Liberia e della Costa D'Avorio, si identifica come pianta longeva, robusta e al tempo stesso rigogliosa nella vegetazione con frutti e semi grandi il doppio di quelli tipici dell'Arabica ed è molto più resistente ai parassiti.

La coffea excelsa, fu scoperta nei primi anni del 1900 ed è una specie molto resistente all'attacco di malattie e siccità. I grani se lasciati invecchiare danno una bevanda dal gusto profumato e gradevole al tempo stesso.

Oltre a queste varietà molto utilizzate a livello commerciale, ne esistono altre più specifiche dalle quali si ottengono bevande dal sapore un pò diverso rispetto a quello a cui siamo abituati. Tra queste ricordiamo la coffea mauritiana, dalla quale si ottiene una bevanda amare ed inebriante, la coffea racemosa, da cui si può ricavare un caffè poco ricco di caffeina ma al tempo stesso molto profumato, la coffea stenophylla coltivata in Guinea, Sierra Leone, Costa D'Avorio e resiste alla siccità, con grani che profumano come il thè, la coffea congencis che viene dalle rive del Congo con ottima qualità ma un arbusto poco produttivo e moltissime altre.


Ricordiamo tuttavia alcune specie che risultano coltivate in alcuni paesi: Kouilou, Sankuru, Uganda, Niaouli.

Condividi su: