caffè amaro o zuccheratocaffè amaro o zuccherato

Tutti gli amanti del caffè sono da sempre coinvolti nell'annosa diatriba tra fan dello zucchero e amanti dell'amaro originale. All'origine del problema ci sono inoltre discussioni anche per quanto concerne proprietà, calorie ed effetti benefici del caffè dopo essere stato zuccherato. In Italia sappiamo che il caffè si caratterizza più che altro come una questione culturale e sociale, una vera e propria abitudine appartenente alla tradizione. Ogni momento di pausa e relax che si rispetti viene celebrato in Italia con un buon gustoso caffè proprio per questo esistono vere e proprie fazioni schierate pro e contro lo zucchero. Molti trovano disgustoso il caffè amaro, chi invece è abituato a berlo amaro difficilmente lo preferirà zuccherato. Molti infatti sostengono che lo zucchero vada ad alterare il reale sapore del caffè.

La prima sostanziale differenza che emerge tra caffè dolce e amaro è costituita dalle calorie. Il caffè zuccherato risulta infatti molto più calorico di quello amaro e già questa è una buona ragione per preferire il secondo, soprattutto per gli amanti della “linea”. Il caffè al naturale contrariamente rispetto a quello zuccherato si considera invece un alimento a calorie negative, visto il potere accelerante della caffeina sul metabolismo.

Per quanto riguarda il sapore del caffè e il dibattito se questo venga alterato o meno dallo zucchero, in realtà lo zucchero, per sua stessa definizione è un esaltatore di sapidità, come il sale ed il pepe. Proprio per questo al massimo esalta i sapori delle bevande ma non li copre. Per queste motivazioni molto probabilmente hanno ragione coloro che sostengono l'importanza ed il valore dello zucchero nel caffè come vero e proprio esaltatore di gusto.

Il caffè contiene sicuramente al suo interno un'importante carica energizzante, che è in grado di conferire in ogni momento della giornata. Questo è il motivo principale per cui, soprattutto in Italia, si preferisce sempre il caffè alle altre bevande energizzanti presenti sul mercato. Purtroppo però con l'aggiunta di zucchero diminuisce la capacità energizzante del caffè, in quanto l'assunzione di zuccheri semplici è causa di sonnolenza e stanchezza.

In realtà però tutto dipende dalla miscela, oltre che dai gusti, secondo alcuni infatti le miscele di arabica etiope o centro-americana sono troppo acide e quindi con molta probabilità rendono meglio se leggermente zuccherate.

Condividi su: